Cefalometria in Ortodonzia e Protesi

L’etimologia della parola cefalometria è greca e significa letteralmente “misura della testa”.

Studia le varie forme dei profili facciali. La posizione delle strutture ossee che costituiscono il  Cranio,  in questo studio vengono evidenziate e confluiscono a determinare la localizzazione di specifici punti di rèpere cefalometrici.

L’indagine cefalometrica o tracciato cefalometrico si esegue su una radiografia particolare chiamata Teleradiografia  del cranio. Questa di fatto è la radiografia del cranio in proiezione laterale. Da questo tipo di esame si individuano dei precisi punti ossei. Questi serviranno, per studiare l’occlusione, ed altri parametri. In ortodonzia pediatrica  la cefalometria permette di inquadrare il tipo di malocclusione scheletrica, e studiare la tendenza di crescita facciale. Per quanto non esistano studi in grado di prevedere con certezza il futuro, questo studio rimane indispensabile al fine di pianificare il trattamento ortodontico più adatto al caso.

In Protesi questo studio risulta efficace ed estremamente utile a determinare la dimensione verticale ideale della riabilitazione protesica, soprattutto in quei casi, dove la dimensione verticale naturale e fisiologica del paziente è stata persa.