Gnatologia

Gnatologia

La Gnatologia, considera fisiologia e patologia dell’organo masticatorio e intende come organo masticatorio, l’insieme di  sistema articolare, dentale, muscolare e nervoso, ponendo particolare attenzione  alla biomeccanica masticatoria, e ricordandosi sempre che la bocca è un sistema perfettamente integrato facente parte di un ben più complesso e importante sistema chiamato corpo umano.

Forse non tutti sanno che un mal funzionamento dell’organo masticatorio, può essere causa o concausa  di:

  • Mal di denti ideopatico
  • Mal di testa (cefalee)
  • Dolori al massiccio facciale specialmente al risveglio
  • Dolori muscolari a testa e collo
  • Crampi a collo o/e gola
  • Mal d’orecchio, come otalgie
  • Ronzii all’orecchio in assenza di cause fisiche specifiche
  • Brachialgie, cioè dolori e/o perdita di forza su braccia e mani in assenza di causa fisica specifica
  • Dolori e disfunzioni vertebrali e della postura
  • Falsa Labirintite
  • Falsa sindrome di Ménière

 

E’ quella branca dell’Odontoiatria, semplicemente affascinante, quanto meravigliosa che si pone come fine ultimo curare il proprio paziente.

 

Io la semplifico così: la Gnatologia è quella branca dell’odontoiatria che vede l’uomo come un tutt’uno. 

Il medico dentista gnatologo vede la professione del dentista dal punto di vista del medico che si occupa di curare “l’organo masticatorio” intendendo, diagnosi e terapia del sistema, considerando la cinematica masticatoria e il concatenamento del sistema muscolare.

 

                       

La pianificazione del trattamento Gnatologico

La pianificazione del trattamento, è questione complessa, spesso interdisciplinare. E’ necessario capire per mezzo di una corretta anamnesi, e un attenta analisi strumentale quali posso essere i margini di miglioramento, lavorando sull’apparato stomatognatico.

Alcune applicazioni della Gnatologia:

 

Spesso capita di incontrare Pazienti, ai quali è stata diagnosticata una forma di Labirintite, in alcuni casi questa labirintite è indotta da una funzione traumatica dell’organo masticatorio.

In questi casi, previa diagnosi differenziale, sarà possibile con un semplice apparecchio da indossare di notte, spostare il condilo mandibolare dalla posizione che traumatizza l’orecchio medio, che iperstimolato crea i tipici sintomi invalidanti della labirintite, alla posizione naturale fisiologicamente corretta che diventa terapeutica.

La prima applicazione della Gnatologia in odontoiatria, riguarda la Biomeccanica Masticatoria. Uno studio accurato delle dinamiche attive, della mandibola, permette di realizzare riabilitazioni in edentulia totale o parziale estesa, a valore individuale, nel pieno rispetto delle strutture muscolari, nervose, ossee e articolari.

           

Il risultato più apprezzato dai pazienti, è quello di indossare protesi più comode che “spariscono in bocca”,  più affidabili nel tempo, più efficaci durante la masticazione, e più belle in quanto, sono studiate  sulla vostra fisionomia.

Non tutti sanno che, le grosse riabilitazioni, anche molto costose, oggi giorno in realtà, sono realizzate a valore medio. Mi spiego meglio, i valori utilizzati dagli operatori sanitari per ripristinare le funzioni estetiche e masticatorie, derivano quando va bene da una media epidemiologica della popolazione caucasica di riferimento, altre volte ancora più semplicemente vengono usati dei semplici occlusori a filo che si limitano ad eseguire un semplice movimento incernierato tipico del  coccodrillo. Movimento  che notoriamente non appartiene all’essere umano. Questa è normalmente la ragione per cui, troppo spesso i pazienti a ragion dovuta si lamentano delle loro protesi dentali, che effettivamente a occhi esperti possono apparire grossolane, da un punto di vista funzionale.

 

 

E’ possibile correggere la postura di una persona agendo sulla sua posizione mandibolare.

Sembrerebbe che  la mandibola funzioni come stabilizzatore della colonna vertebrale.

Essendo che il 70% del dispendio energetico postulare è consumato per mantenere l’equilibrio della parte superiore del corpo, migliorando per mezzo della postura il baricentro di una persona, possiamo agire in modo importante sul suo dispendio energetico.

Alcune misurazioni eseguite da club sportivi di serie A hanno messo in evidenza come il giocatore sottoposto a trattamento, con un “semplice” dispositivo intra-orale, tirasse la palla con il 10% di forza in più.

Questo fenomeno è possibile grazie alla modificazione del baricentro sopra descritta.

ATTENZIONE! La correzione del baricentro non può essere il pretesto per intraprendere terapie invasive e definitive. Il messaggio corretto da trasmettere è che modificare il proprio stile di vita, con esercizi appropriati o  all’ausilio di dispositivi dentali rimovibili detti bite, porta nella stramaggioranza dei casi a un miglioramento del benessere psico-fisico. Benefico amplificato quando queste tecniche vengono eseguite assieme.

In alcuni casi, come maleocclusione o più comunemente la perdita di alcuni elementi dentali, in soggetti predisposti, si arriva a disordini cranio, cerviceo, temporo, mandibolari. Per questi  soggetti diventa importante ripristinare la funzione dell’organo masticatorio, con protesi dentali fisse, seguendo diligentemente le caratteristiche individuali del singolo paziente, dettate dalla biomeccanica masticatoria. Questa terapia diventa fondamentale per il  raggiungimento e mantenimento del benessere psicofisico del paziente.

Gnatologia e studio dell’occlusione alla base di ogni trattamento dentale.

La Gnatologia spiega  come funziona l’organo masticatorio. Rappresenta il libretto di istruzioni di un sistema che è un mondo a se per ogni paziente.

Trova applicazioni fondamentali nella pianificazione di un trattamento ortodontico.

Più in generale, ha applicazioni specifiche in ogni branca dell’odontoiatria, dovrebbe essere il protocollo standard prima di effettuare qualsiasi terapia del cavo orale.

 

Contatto
Inviaci un'email
martucci@dentistalosone.ch
Via Mezzana 31/A - 6616 Losone